Federica Galloni partecipa all’incontro dei coordinatori del Forum Culturale Italia-Cina

11 giugno 2018

 

Federica Galloni, Direttore della DGAAP (Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane) del MiBACT, ha partecipato all’incontro dei coordinatori del Forum Culturale Italia-Cina, che si è tenuto a Roma in occasione della visita del Viceministro della Cultura e del Turismo della Repubblica Popolare Cinese, Yu Qun.

L’incontro, presieduto dal Coordinatore del Forum Culturale Italia Cina ha visto la partecipazione dello stesso Yu Qun. La capo di gabinetto Tiziana Coccoluto ha portato i saluti e gli auguri di buon lavoro da parte del Ministro Bonisoli.

Durante la riunione è stato esaminato lo stato di avanzamento del memorandum d’intesa in vista della prossima riunione formale del Forum nel 2019, con l’auspicio dei rappresentanti cinesi di una più intensa collaborazione tra i grandi musei, le biblioteche e i festival e sul settore turistico. Nel 2017 si è registrato un massiccio flusso di turisti cinesi (130 milioni in totale), con l’Italia che resta tra le mete preferite.

L’Italia è infatti un’eccellenza non solo riguardo al patrimonio artistico culturale, ma anche per quanto concerne il settore creativo contemporaneo, verso il quale è forte la sensibilità del neo Ministro Bonisoli.

Cultura e turismo sono intesi, quindi, non solo come strumenti di reciproca conoscenza tra Italia e Cina, ma anche come fattori e opportunità di sviluppo e occupazione.

È stata sottolineata l’importanza attribuita al gemellaggio dei siti Unesco, così come la possibilità di coinvolgere la parte cinese sia in Matera Capitale Europea della Cultura 2019 che in Trieste Capitale Europea della Scienza 2020, auspicando anche la possibilità di promuovere in Cina i contenuti del Padiglione Italia presente alla Biennale di Architettura di Venezia ora in corso.

Il Ministro Bonisoli ha manifestato per tramite del Capo di Gabinetto il proprio apprezzamento per gli obiettivi del Forum Culturale Italia Cina, di cui fanno parte le principali realtà culturali dei due Paesi, e ha ringraziato la delegazione cinese per la visita, auspicando un incremento delle reciproche relazioni culturali di cui ha avuto personale e positiva esperienza nel processo di iscrizione di Shanghai alla rete delle città creative Unesco come Città del Design nel 2010.