Federica Galloni illustra come l’architettura può generare valore sui territori

Federica Galloni, Direttore Generale della Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanea e Periferie Urbane del MiBAC, illustra il tema della qualità dell’architettura come opportunità di sviluppo per le comunità e i territori.

“Sono certa che l’approfondimento proposto da Mario Cucinella per il padiglione “Italia 2018” alla Biennale di Venezia non rimarrà un lavoro fine a sé stesso.  Gli itinerari, la call, la ricerca azione sul campo e le proposte ideative per le aree interne tracciano un vero e proprio metodo che, attraverso processi condivisi, pone l’architettura al servizio della collettività e genera quindi valore sui territori.

Naturalmente anche la pubblica amministrazione dovrà attrezzarsi per affrontare questa complessità e al suo interno dovrà innanzitutto avere una maggiore consapevolezza, e quindi un rinnovato impegno ed un’azione di coordinamento generale.

È necessario infatti che ci siano sempre più occasioni per le comunità di sperimentare il valore aggiunto di una buona architettura e di uno spazio pubblico di qualità. Tutto ciò è realizzabile anche attraverso il ripensamento del costruito da attuare con un approccio molto flessibile e non perdendo mai di vista la sostenibilità.

Il tema della qualità dell’architettura è un obiettivo strategico per la Direzione Generale che, d’intesa con il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e dell’Ambiente e d’Intesa con il consiglio nazionale degli architetti, sta redigendo le linee guida sulla qualità dell’architettura, per posizionare l’Italia al pari degli altri Stati europei.

Questo significa non solo promuovere l’architettura, ma la sostenibilità nel senso più ampio del termine, dal punto di vista economico, sociale, ambientale e culturale. Ovviamente, il tutto in un’ottica di sistema, dimostrando come la qualità del costruito può contribuire allo sviluppo armonioso del nostro Paese.”