Al via la quarta edizione di Italian Council a sostegno dell’arte contemporanea, e annunciati i dieci progetti vincitori della terza edizione

5 luglio 2018

 

La Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane del MiBACT, guidata da Federica Galloni, ha proclamato i vincitori della terza edizione di Italian Council, programma a sostegno dell’arte contemporanea italiana, e ha annunciato il lancio del quarto bando con uno stanziamento di oltre un milione di euro che porta così a tre milioni lo stanziamento complessivo per il biennio 2017 – 2018.

Italian Council è il primo bando internazionale a supporto della creatività contemporanea italiana, promosso dalla DGAAP. L’iniziativa prevede il finanziamento per la creazione di opere di artisti italiani che resteranno di proprietà dello Stato e andranno a incrementare le collezioni d’arte di proprietà pubblica. I progetti possono essere presentati da musei, enti pubblici e privati no profit, istituti universitari, fondazioni e associazioni culturali, anche internazionali.

“La terza edizione di Italian Council si conclude con un importante riscontro: sono aumentate le proposte presentate da tutto il mondo e si conferma ancora una volta l’alto valore qualitativo dei progetti. Il nostro Paese è una riserva di talenti che devono essere incentivati e sostenuti. – ha dichiarato il Direttore Generale Federica Galloni – Crediamo nel potenziale degli artisti italiani e per questo abbiamo deciso di rafforzare il nostro impegno lanciando da subito la quarta edizione del bando con uno stanziamento di oltre 1 milione di euro”.

Per la terza edizione del bando Italian Council sono arrivate 60 candidature provenienti da tutto il mondo: dagli Stati Uniti al Brasile, dall’Etiopia al Giappone. Sono state selezionate le proposte degli artisti Nico Angiuli, Salvatore Arancio, Stefano Arienti, Rosa Barba, Elisabetta Benassi, Botto & Bruno, Eva e Franco Mattes, Mimmo Paladino, Diego Perrone, Diego Tonus.

Tra le istituzioni coinvolte, prestigiose realtà italiane e internazionali, tra cui: La Venaria Reale, il Museo MAXXI, la Whitechapel Gallery di Londra, la Van Eyck Academie di Maastricht, la Fondazione Merz e il Point Centre for Contemporary Art di Cipro.